Come rallentare un video | Salvatore Aranzulla

0
10


Per un tuo progetto personale, hai la necessità di modificare la velocità di riproduzione di un video creando un effetto slow motion. Non essendo un grande esperto di editing video e non conoscendo alcun programma per riuscire nel tuo intento, però, non sai bene come procedere; così hai effettuato alcune ricerche sul Web e sei finito dritto in questa mia guida. Se le cose stanno effettivamente così, lasciati dire che oggi è proprio il tuo giorno fortunato!

Nei prossimi paragrafi, infatti, ti spiegherò come rallentare un video elencandoti tutte le soluzioni a tua disposizione. Oltre a indicarti una lista di programmi da installare sul tuo computer e che consentono di modificare la velocità dei filmati sia in tempo reale (quindi in fase di riproduzione) che in modo permanente, ti mostrerò anche come rallentare una clip usando il tuo smartphone e come modificare la velocità di riproduzione dei video caricati online su YouTube.

Se non vedi l’ora di saperne di più, non indugiare oltre e approfondisci subito l’argomento. Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Scegli lo strumento che ritieni più adatto alle tue esigenze, segui attentamente le indicazioni che sto per darti e ti assicuro che rallentare i tuoi filmati sarà davvero un gioco da ragazzi. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Rallentare un video da computer

Se la tua intenzione è rallentare un video disponibile sul computer, puoi affidarti a uno dei software di editing video elencati qui di seguito, i quali consentono di modificare vari aspetti dei filmati, compresa la velocità di riproduzione.

Rallentare un video con VLC

Rallentare un video con VLC

VLC è un celebre media player gratuito, disponibile per Windows, macOS e Linux che supporta tutti i principali formati di file video e include numerosi funzioni avanzate, tra cui quella per rallentare i video in tempo reale. I suoi effetti, dunque, hanno effetto solo in maniera temporanea e non vengono applicati al file di origine.

Per rallentare un video con VLC, per prima cosa collegati al sito Web ufficiale del programma e clicca sul pulsante Scarica VLC, per avviarne il download. Dopodiché, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file vlc-[versione].exe scaricato, seleziona la lingua di tuo interesse e premi sul pulsante OK, dopodiché clicca sui pulsanti Avanti (per tre volte consecutive) e Installa e attendi che la barra d’avanzamento raggiunga il 100% per completare l’installazione.

Se, invece, hai un Mac, apri il pacchetto dmg scaricato poc’anzi, sposta VLC nella cartella Applicazioni del computer e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona di VLC, seleziona l’opzione Apri dal menu che compare e clicca sul pulsante Apri per avviare il programma aggirando le restrizioni di macOS per le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

Completata l’installazione di VLC, sei pronto per rallentare i video di tuo interesse. Se hai un PC Windows, clicca sulle opzioni Media e Apri file, per aprire il file da modificare, dopodiché seleziona l’opzione Riproduzione presente nel menu in alto e scegli le voci Velocità e Più lento dal menu che compare.

In alternativa, premi sull’opzione Visualizza, scegli la voce Barra di stato e clicca sull’opzione 1.00x comparsa in basso a destra nel player. Sposta, quindi, il cursore verso sinistra per rallentare la velocità di riproduzione e il gioco è fatto.

Se usi un Mac, clicca sulle voci File e Apri file presente nella barra dei menu in alto per aprire il filmato da modificare, seleziona l’opzione Riproduzione e, nel menu che si è aperto, sposta verso sinistra il cursore presente sotto la voce Velocità di riproduzione. Per la procedura dettagliata, ti lascio alla mia guida su come rallentare un video con VLC.

Rallentare un video su Premiere

Rallentare un video con Premiere

Adobe Premiere è un celebre software di video editing incluso nella suite Creative Cloud, disponibile come servizio in abbonamento a partire da 12,19 euro/mese (per avere Adobe Premiere Pro a partire da 24,39/mese). Può essere usato per rallentare i video in maniera permanente.

Se la tua intenzione è rallentare un video su Premiere, tutto quello che devi fare è avviare il programma, selezionare il filmato di tuo interesse e modificarne la velocità di riproduzione. Prima però, se ancora non l’hai fatto, devi installare il programma.

Collegati, dunque, al sito Internet di Adobe, fai clic sulla voce Versione di prova gratuita e premi sul pulsante Attiva trial, per attivare la versione di prova che consente di provare Premiere gratis per 7 giorni. Nella nuova pagina aperta, inserisci il tuo indirizzo email nel campo apposito e clicca sul pulsante Continua, dopodiché seleziona il metodo di pagamento che preferisci tra carta di credito e PayPal (per la prima settimana non ti sarà addebitato alcun costo), inseriscine i dati nei campi appositi e premi sul pulsante Avvia versione di prova.

Prova Adobe Premiere

Nella nuova pagina aperta, se non hai ancora un Adobe ID, inserisci la password da associare al tuo account e clicca sul pulsante per avviare il download del programma. Ti sarà utile sapere che, così facendo, avrai attivato il rinnovo automatico di Creative Cloud. Per disattivarlo, dovrai fare clic sull’icona del tondo collocata in alto a destra, selezionare l’opzione Account Adobe e scegliere prima la voce Gestione piano e poi quella Annulla piano dalle pagine che si aprono.

Completato il download, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file Premiere_Pro_Set-Up.exe ottenuto e premi sul pulsante Esegui per avviare l’installazione del programma, mentre se hai un Mac, apri il pacchetto dmg appena scaricato, fai doppio clic sul file Premiere Pro Installer e inserisci la password del tuo account utente su macOS.

Adesso, inserisci i dati del tuo ID Adobe nei campi Indirizzo email e Password e premi sul pulsante Accedi, dopodiché specifica il tuo livello di competenza in Adobe Premiere Pro (PrincipianteIntermedio o Avanzato) e clicca sui pulsanti Continua e Inizia a installare per avviare l’installazione del software.

Dopo aver installato e avviato il programma, clicca sulla voce File presente nel menu in alto e seleziona le opzioni Nuovo e Progetto per creare un nuovo progetto di lavoro. Adesso, importa il video da modificare premendo sulle voci File e Importa e trascinalo nella timeline di Premiere, dopodiché fai clic destro sul filmato in questione e scegli l’opzione Velocità/Durata dal menu che compare.

Nella nuova finestra visualizzata a schermo, diminuisci il valore presente nel campo Velocità e clicca sul pulsante OK. Infine, premi sulla voce File, seleziona le opzioni Esporta e File multimediali e clicca sul pulsante Esporta per salvare il video rallentato.

Rallentare un video con Avidemux

Rallentare un video con Avidemux

Avidemux è un altro valido programma di editing video che, modificando la frequenza dei fotogrammi (FPS) di un filmato, ne consente di rallentare la velocità in maniera permanente. È disponibile per Windows, macOS e Linux e, oltre a essere totalmente gratuito, è di natura open source.

Per scaricare Avidemux sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del software, clicca sulla voce Download e seleziona l’opzione FossHub relativa al sistema operativo di tuo interesse. Completato lo scaricamento, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file avidemux_[versione].exe, premi sul pulsante Esegui e clicca su Next e I agree. Premi, quindi, sul pulsante Next per tre volte consecutive e fai clic sul pulsante Install per avviare l’installazione del software.

Se utilizzi un Mac, apri il pacchetto dmg che hai appena scaricato, trascina Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri per due volte consecutive, in modo da evitare le restrizioni di macOS per le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

Adesso sei pronto per rallentare un filmato con Avidemux. Per farlo, avvia il software, clicca sull’icona della cartella collocata in alto a sinistra e seleziona il video da modificare, dopodiché imposta i codec video e audio in cui codificare il filmato tramite i menu a tendina Output video e Output audio presenti nella barra laterale a sinistra.

Per modificare la frequenza dei fotogrammi del filmato importato, clicca sulla voce Video presente nel menu in alto, seleziona l’opzione Filtri e, nella nuova schermata visualizzata, fai doppio clic sulla voce Change FPS. Inserisci, quindi, i valori di tuo interesse nei campi Frame rate sorgente e Frame rate destinazione e clicca sui pulsanti OK e Anteprima per visualizzare il video modificato.

Se il risultato ottenuto è di tuo gradimento, premi sul pulsante Chiudi per applicare le modifiche e scegli le opzioni File e Salva per salvare il video rallentato sul tuo computer. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come usare Avidemux.

Rallentare un video con iMovie

Rallentare un video con iMovie

Hai un Mac e vorresti conoscere la procedura dettagliata per rallentare un video con iMovie? In tal caso, avvia il celebre programma di video editing di casa Apple (o scaricalo gratuitamente dal Mac App Store se non dovesse essere presente sul tuo computer), clicca sul pulsante Crea nuovo e scegli l’opzione Filmato per creare un nuovo progetto.

Nella nuova schermata visualizzata, fai clic sull’icona della freccia rivolta verso il basso presente nel menu principale, seleziona il video da rallentare e premi sul pulsante Importa selezionati, dopodiché seleziona il video appena importato e trascinalo nella timeline di iMovie.

Adesso, clicca sul pulsante Velocità (l’icona dell’orologio) visibile in alto a destra sopra il player, premi sull’opzione Normale, seleziona la voce Lenta e specifica l’opzione di tuo interesse tra 10%, 25%, 50% e Automatico. In alternativa, scegli l’opzione Personalizzata e indica nel campo 100% di quanto rallentare la velocità rispetto alla velocità normale.

Per salvare il filmato, clicca sull’icona della freccia dentro un quadrato collocata in alto a destra, seleziona l’opzione File, indica il nome, la descrizione, la qualità e la risoluzione del video nei campi appositi e premi sui pulsanti Avanti e Salva, per salvare il video rallentato. Per approfondire l’argomento, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come usare iMovie.

Rallentare un video online

Vorresti rallentare un video online senza necessariamente installare un programma sul tuo computer? In tal caso, puoi prendere in considerazione i servizi Web che consentono di modificare i propri filmati direttamente dal browser: eccone qualche esempio.

Clichamp

Rallentare un video con Clipchamp

Per modificare la velocità di un video online, puoi affidarti a Clichamp: un editor online che, nella sua versione gratuita, consente di esportare i filmati al massimo in risoluzione 480p. Per aumentare la qualità di esportazione è necessario attivare un abbonamento a partire da 6$/mese.

Per modificare un video con Clipchamp, collegati al sito Web del servizio, clicca sul pulsante Iscriviti presente in alto a destra e scegli se registrarti usando il tuo account Facebook (Sign in with Facebook), il tuo account Google (Sign in with Google) o se usare il tuo indirizzo email (Use my email).

In quest’ultimo caso, inserisci i dati richiesti nei campi Full name ed Email e clicca sul pulsante Sign up, dopodiché accedi alla tua casella di posta elettronica, individua l’email inviata da Clipchamp e premi sul pulsante Login to create per attivare il tuo account e completare la registrazione.

Adesso, clicca sul pulsante Create a video in alto a destra, premi sulla voce Start editing e premi sul pulsante Add media per caricare il filmato da rallentare. Scegli, quindi, l’opzione Browse my files, seleziona il video di tuo interesse e trascinalo nella timeline di Clipchamp, dopodiché fai clic su di esso, per selezionarlo, e scegli la voce Transform.

Premi, quindi, sulla voce Normal presente sotto l’opzione Clip speed, seleziona la voce Slow e scegli una delle opzioni disponibili tra 0.1x, 0.25x e 0.5x. Per salvare e scaricare il video modificato, clicca sul pulsante Export video, scegli la qualità d’esportazione tra 480p, 720p e 1080p, attendi l’elaborazione del filmato e il download sarà avviato in automatico.

Rallentare un video YouTube

Velocità riproduzione YouTube

Rallentare un video su YouTube è una procedura semplice e veloce che consente di modificare la velocità di riproduzione dei filmati di proprio interesse, sia da computer che da smartphone e tablet.

Per procedere, collegati alla pagina principale di YouTube, ricerca il video che vuoi rallentare scrivendone il titolo nel campo Cerca in alto e fai clic sull’icona della lente d’ingrandimento per visualizzare i risultati della ricerca, dopodiché premi sull’immagine d’anteprima del video di tuo interesse per accedere alla pagina del suo player e avviarne la riproduzione.

Adesso, clicca sull’icona della rotella d’ingranaggio per accedere alle Impostazioni del player, scegli la voce Velocità di produzione e seleziona una delle opzioni disponibili tra 0.25, 0.5 e 0.75 per rallentare il video rispettivamente del 75%, del 50% e del 25% rispetto alla sua normale velocità.

Rallentare un video YouTube

Se preferisci procedere da smartphone o tablet usando l’applicazione di YouTube per Android o iOS, avvia quest’ultima, accedi al player del video di tuo interesse e fai tap sull’icona dei tre puntini presente in alto a destra (se non visualizzi tale opzione, premi sul player per far comparire i comandi multimediali).

Scegli, quindi, la voce Velocità di produzione presente nel menu comparso in basso e scegli l’opzione di tuo interesse tra 0.25, 0.5 e 0.75 per rallentare il filmato in riproduzione. Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come rallentare un video su YouTube.

Rallentare un video su Android e iPhone

Se ti stai chiedendo come un rallentare un video su Android e iPhone, puoi usare la funzione Slow Motion del dispositivo in uso che consente di realizzare video rallentati sul momento. Se, invece, il tuo dispositivo non è dotato di tale funzionalità o vuoi rallentare un filmato già esistente, puoi affidarti a una delle applicazioni che consentono di modificare i video presenti sul proprio dispositivo.

Funzione Slow Motion integrata

Slo-Mo iPhone

Se hai un dispositivo Android o un iPhone con funzione Slow Motion integrata, puoi realizzare video rallentati senza usare applicazioni di terze parti. Tutto quello che devi fare è avviare la fotocamera del tuo smartphone, attivare la funzione Slow Motion e iniziare a filmare.

Per capire meglio, facciamo un esempio pratico. Se hai un iPhone, avvia l’app Fotocamera, seleziona l’opzione Slo-Mo per attivare la modalità Slow Motion e fai tap sul pulsante rosso per avviare la registrazione. Per interromperla e salvare automaticamente il filmato in slow motion, premi sull’icona del quadrato rosso.

VideoShow (Android/iOS)

App VideoShow

La prima applicazione che puoi usare per rallentare un video già esistente su smartphone o tablet è VideoShow, disponibile per Android e iOS. L’app in questione consente di modificare gratuitamente la velocità dei video presenti nella libreria del proprio dispositivo ma applica un watermark, cioè un logo, ai filmati generati. Per rimuovere il logo è possibile effettuare un acquisto in-app di 1,09 euro per ogni video modificato o scaricare VideoShow PRO (Android/iOS) al costo di 21,99 euro.

Dopo aver scaricato l’app in questione dallo store del tuo dispositivo, avviala facendo tap sulla sua icona (una bacchetta magica su sfondo arancione), scegli l’opzione Modifica video, fai tap sul filmato che intendi rallentare e premi sul pulsante Aggiungi.

Adesso, seleziona la scheda Modifica, scegli l’opzione Modifica clip e, nella nuova schermata visualizzata, fai tap sulla voce Velocità, dopodiché sposta il cursore verso sinistra per diminuire la velocità del tuo video e, se il risultato è di tuo gradimento, premi sul pulsante collocato in alto a destra.

Per salvare il video, fai nuovamente tap sul pulsante , premi sull’icona della freccia dentro un quadrato, scegli la velocità di esportazione che preferisci tra 480P (veloce), 720P (standard) e 1080P (Full HD) (disponibile solo per utenti Pro) e il gioco è fatto.

Videoshop (Android/iOS)

App Videoshop

Videoshop è un’altra valida applicazione per Android e iOS che consente sia di registrare video in slow motion in tempo reale che di modificare quelli già presenti sul proprio dispositivo. È gratuita ma applica un watermark ai video esportati: è possibile rimuovere tale limitazione con un acquisto in-app di 3,49 euro.

Per rallentare un video con Videoshop, avvia l’app e seleziona l’opzione Import clip per modificare un filmato presente sul tuo dispositivo. Seleziona, quindi, il video di tuo interesse facendo tap sulla sua immagine d’anteprima e premi sul pulsante Done collocato in alto a destra, dopodiché seleziona l’opzione Speed e sposta verso sinistra il relativo cursore per diminuire la velocità del filmato.

Per salvare le modifiche, fai tap sul pulsante , scegli la voce Next, premi sull’icona della freccia dentro un quadrato in alto a destra, fai tap sul pulsante Save to camera roll e il gioco è fatto.

iMovie (iOS)

App iMovie

iMovie, il software di video editing di casa Apple di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti, è disponibile anche sotto forma di applicazione gratuita per iPhone e iPad e permette di rallentare i video realizzati con il proprio dispositivo.

Dopo aver avviato iMovie facendo tap sulla sua icona (una stella bianca su sfondo viola), premi sull’opzione Crea progetto, scegli la voce Filmato, seleziona il video che intendi rallentare e premi sul pulsante Crea filmato.  Nella nuova schermata visualizzata, seleziona la clip visibile nella timeline di iMovie facendo tap su di essa, premi sull’icona dell’orologio visibile nel menu in basso e sposta il cursore verso sinistra per diminuire la velocità del video.

Premi, quindi, sul pulsante Fine per salvare le modifiche, fai tap sull’icona della freccia dento un quadrato e scegli l’opzione Salva video per esportare il filmato nella galleria del tuo dispositivo. Infine, seleziona la dimensione di esportazione (Media 360p, Grande 540p, HD 720p e HD 1080p) e il gioco è fatto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here